Fabrizio Cattani



Si avvicina al mondo cinematografico auto producendosi due cortometraggi, L’abito finalista ai Golden Globe 1998 e Mattina premio della critica a Europa Cinema – Viareggio ed un medio metraggio Vicino nel cuore, realizza alcuni spot pubblicitari e videoclip. Nel 2005 č autore e regista del film lungometraggio Il Rabdomante che, uscito nel 2007, č vincitore di 20 premi in vari Festival Cinematografici . Nel 2011 č autore e regista del film lungometraggio Maternity Blues, tratto dal testo teatrale From Meda di Grazia Verasani, protagoniste sono quattro donne unite da una colpa comune l‘infanticidio, č ambientato in un ospedale psichiatrico dove le mamme si trovano dopo aver uccisi i figli appena nati, confrontandosi con un terribile senso di colpa per un gesto che ha vanificato le loro esistenze. Il film, uscito nelle sale italiane nel 2012 con la Distribuzione Fandango, č stato presentato a Venezia nella sezione Controcampo Italiano alla 68° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Nel 2012 il film ha vinto il Premio Tonino Guerra per la migliore sceneggiatura al Bif&st di Bari, il Globo d'Oro della Stampa Estera come "Film da non dimenticare", l'European Golden Globe ad Andrea Osvart come attrice rivelazione, e sempre ad Andrea Osvart, il Nastro d'Argento dei Critici Cinematografici per l'interpretazione nel film. In totale il film ha vinto 16 premi in vari festival Cinematografici italiani ed internazionali. Attualmente sta lavorando ad una nuova sceneggiatura per lungometraggio dal titolo Uomini e cani, tratta dal romanzo omonimo di Omar Di Monopoli.





Torna gli Ospiti